CAST e CASTING – Film, Cinema, Moda, Spot TV, Cortometraggi. Provini e Agenzie per Attori, Modelle, Cantanti, Ballerine, Promoter, Hostess, Steward …+ di 100 cast ogni giorno!


Rss 2.0 RSS - Casting per attori comparse provini cast TV     Home >> All Cast (Casting per attori comparse provini cast TV)

giu 20 2021

Sei la psicoanalisi da fare… – Thema of Sports

Annuncio nella categoria: Altri 09:37

Robin Goossens è il giocatore più anticonformista che abbia mai incontrato da calciatore. Studia psicologia, vede il calcio come un enorme esperimento psicologico e, grazie alla sua straordinaria prestazione contro il Portogallo, ha mandato Cristiano e Fernando Santos per la psicoanalisi!

La vita era meravigliosa. Scuola tutta la settimana. Un lavoro diurno in una stazione di servizio. Venerdì e sabato dalla notte alla mattina presso l’unica discoteca del villaggio in Blues con Alanya. Ballo domenicale con la squadra del villaggio locale, proprio lì a Reddy! Cos’altro si potrebbe chiedere?

All’età di 17 anni aveva già un fisico ben sviluppato e il Dortmund gli chiese di fare un test. È andato miseramente. Miserabile come si può immaginare: “Tutto è stato completamente da quello che sapevo fino ad ora. L’allenamento che abbiamo fatto nel mio paese è iniziato con alcuni calci d’angolo, poi abbiamo colpito la palla, mio ​​marito ha giocato e poi siamo tornati a casa. Il test è stato disastroso”. L’ho capito dai primi esercizi di precisione Nei passaggi, il peggio doveva ancora venire.

Abbiamo giocato un normale doppio 11 contro 11. Mi vergognavo. Vagavo senza meta nel campo, non sapendo dove andare e cosa fare. Al termine dell’addestramento, mi è stato detto che sarei stato avvisato, ma sapevo che era un completo fiasco. Non mi ha dato fastidio. Sapevo che là fuori c’erano ragazzi molto migliori di me che lo meritavano. Ed ero già molto soddisfatto della mia vita”.

Robin Goossens voleva fare il poliziotto, come suo nonno. L’idea gli è venuta quando aveva sei anni, quando per la prima volta lo ha portato alla macchina della pattuglia e ha acceso la sirena. Sua madre insisteva che le stava resistendo un po’ di più con la palla, e che avrebbe dovuto studiare qualcosa. Ma la sua mente era bloccata nel “blues”, nelle serate fuori, negli havali, nel divertimento. La sua vita è cambiata quando uno scout del Vitesse lo ha visto cercare un talento per la squadra giovanile in una trasferta, dove ha segnato un gol e ne ha segnati altri due e ha giocato come un professionista. Ha dormito solo un’ora, per fortuna non era ubriaco!

L’occhio del veterano Peter Boss lo ha preso da centrocampo e lo ha messo a terzino sinistro. Nel giro di pochi mesi dal gioco per il club locale, è stato trovato a giocare per la squadra giovanile del Vitesse a Dordrecht, Heracles.

Nell’autunno del 2016, il suo agente lo ha informato che l’Atalanta lo stava guardando. Per 6 mesi non si è più saputo nulla. Quando gli italiani telefonarono di nuovo, decise di mandare il suo agente a Bergamo per vedere cosa stava succedendo. Il seguito è elaborato: “Sembrava una favola. Eravamo a Maiorca per festeggiare la fine della stagione con i ragazzi di Heracles. Ero in spiaggia in costume da bagno quando il mio agente mi è venuto a prendere e mi ha detto che dovevo firmare. subito, non ho parlato con un uomo di Atlanta, né con l’allenatore né con il direttore sportivo, né con il presidente, da solo.

Un minuto dopo, il direttore sportivo dell’Heracles mi è venuto a prendere e mi ha detto che il mio trasferimento era terminato. Erano d’accordo con l’Atalanta! Mi sono reso conto che tutti mi vedono come qualcosa con cui possono fare soldi. Metto il cellulare in modalità silenziosa e li ignoro tutti. La prima cosa che ho fatto quando sono tornato a casa è stato licenziare il mio agente. Gli ho detto di dire all’Atalanta che non sarei andato da loro.

Pochi giorni dopo il mio telefono squillò di nuovo da un numero italiano. Un ragazzo mi ha parlato in italiano, non ho capito una parola. Mi ha dato sua moglie di lingua inglese. Era molto educata, gentile, rispettosa. Sono stato sfidato a Bergamo per vedere la città, gli impianti e l’ultima partita della stagione. Sono andato con mio padre e ho deciso di accettare”.

È un simbolo della rivoluzione calcistica dell’Atalanta. Una squadra che trova tesori grezzi, insegna loro il calcio fin dall’inizio, li sviluppa e li trasforma in giocatori di livello mondiale. Tuttavia, Goossens ha un’altra vita al di fuori del calcio. Studia psicologia e vede il calcio come un esperimento sociale, da cui trae preziose conoscenze sulla scienza che vuole perseguire: “In un giorno normale, vado alle prove alle nove e torno a casa alle tre. Perché mi siedo davanti della TV? Un giorno per giocare ai videogiochi finché non dormo?”

Al massimo giochi la palla fino a 34? Cosa farò dopo? Quindi preferisco dedicarmi ai miei libri e ai miei studi. Non importa quanto siano stanche le mie gambe, dopo l’allenamento la mia mente funziona. Non voglio far passare il tempo senza fare nulla. Non sono più intelligente di nessuno, solo non voglio essere stupido!

Sono molto interessato all’uomo. Ecco perché ho scelto la psicologia. Il mio lavoro mi dà ottime informazioni. In tutti i gruppi, ero molto vicino a persone provenienti da tutto il mondo, con culture e modi di pensare diversi. Ha suonato ad Atlanta con alcuni latinoamericani come Papu Gomes e Duvan Zapata. Non si innervosiscono mai, vedono il calcio in modo diverso. Noi europei siamo nervosi per tutto. “Trovo affascinante studiare ogni giorno attraverso il calcio, come reagiscono persone diverse a stimoli diversi”.

Robin Goossens è un calciatore diverso dagli altri. Ha già scritto il suo primo libro: “Träumen lohnt sich” (Vale la pena un sogno) e anche nell’euro sta leggendo per il prossimo esame, in attesa di laurearsi

Il terzino tedesco è l’unico giocatore della nazionale che non ha giocato per una squadra professionistica nel suo paese. La maggior parte dei suoi connazionali non lo conosceva fino a poco tempo fa. Ora bevono acqua nel suo nome. Fernando Santos, che aveva predetto tutto, non si sarebbe mai aspettato che quest’uomo sarebbe stato in grado di smantellare nessuno dei suoi sistemi di difesa, con due passaggi, un gol e l’altro annullato.

Se vuole, può dargli supporto psicologico. Ha anche…

sdna.gr

 
Segnala Abuso Articolo   |   « back - Torna indietro





ELENCO ULTIME AUDIZIONI

CATEGORIE