CAST e CASTING – Film, Cinema, Moda, Spot TV, Cortometraggi. Provini e Agenzie per Attori, Modelle, Cantanti, Ballerine, Promoter, Hostess, Steward …+ di 100 cast ogni giorno!


Rss 2.0 RSS - Casting per attori comparse provini cast TV     Home >> All Cast (Casting per attori comparse provini cast TV)

feb 23 2021

Onet (Polonia): Come potrebbe essere la colonizzazione di Marte? | Scienza | Enosmy

Annuncio nella categoria: Altri 06:45

Intervista a Radoslaw Polyski, ricercatore presso l’osservatorio astronomico dell’Università di Varsavia.

Onet: I demografi hanno parlato a lungo del rischio di sovrappopolazione. Perché Marte è diventato oggetto di sogni di colonialismo e non Venere, ad esempio, la più vicina alla Terra?

Radoslaw Polyski: Entrambi questi pianeti sono molto diversi dalla Terra e questo complica notevolmente la loro evoluzione. Il problema principale per Venere è la sua atmosfera densa che contiene una grande quantità di sostanze pericolose, come l’anidride solforosa o l’acido solforico. Sappiamo molto poco della superficie di Venere, poiché possiamo vederla solo attraverso le nuvole, non direttamente. In una situazione del genere, è difficile pensare di mandare qualcuno lì.

Cosa sai di Marte adesso?

Sappiamo che ha due satelliti, Phobos e Deimos, molto più piccoli del nostro. Quando le persone creano una base su Marte, l’ambiente non è romantico come la Terra (ride). Un satellite si sta muovendo “nella direzione sbagliata”: sorge sul lato occidentale del cielo, si muove in orbita bassa e tramonta ad est.

Sulla superficie del pianeta, ai poli, ci sono due calotte glaciali visibili dalla Terra. C’è ghiaccio su Marte, molto probabilmente, in brevi periodi di tempo, l’acqua può formarsi lì allo stato liquido. L’atmosfera è molto rarefatta, in parte a causa del fatto che non c’è movimento di placche tettoniche su Marte e non ci sono “terremoti marziani”.

Dovremmo anche menzionare la radiazione cosmica. Se dovessimo creare una base su Venere, il problema apparirebbe in primo luogo prima di entrare nell’atmosfera, e non sul pianeta stesso. Su Marte è a sua volta molto denso. Sarebbe estremamente difficile per qualsiasi creatura vivente viverci.

Conosciamo molto bene la superficie di Marte dalle missioni precedenti. Le montagne su Marte sono più lunghe di quelle sulla Terra e le valli sono più profonde. Immagina che il Monte Olimpo si alzi per 21 chilometri! Va notato che se misuriamo tutte le elevazioni dal livello del mare sulla Terra, quindi, poiché non ci sono marinai su Marte, è stato scelto un altro punto di riferimento: il livello di pressione alla superficie di 6 millibar (un triplo punto d’acqua sul pianeta )). La superficie di Marte sembra la nostra luna.

Perché Marte era conosciuto come il pianeta rosso?

Marte è rosso nel cielo notturno. Questo colore è dovuto all’ossido di ferro, che chiamiamo ruggine. Possiamo dire che la superficie del pianeta è arrugginita.

Gli Stati Uniti, la Cina e persino gli Emirati Arabi Uniti partecipano alla corsa su Marte. Chi è in testa?

Naturalmente, l’Agenzia spaziale nazionale degli Stati Uniti ha l’esperienza più ricca. Il rover Spirit and Opportunity è sulla superficie di Marte da molto tempo e ci ha fornito molte informazioni dettagliate. Inoltre, le agenzie spaziali europee e indiane sono coinvolte nello studio dei segreti di Marte.

La distanza dalla Terra a Marte, a seconda della posizione dei pianeti, varia da 60 a circa 400 milioni di chilometri. Quanto durerà questo viaggio?

– Per mostrare quanto sia affidabile la navicella, fornirò le seguenti cifre: quando il chilometraggio delle auto che utilizziamo raggiunge i 250 mila chilometri, iniziano a perdere le loro qualità e dopo 300 mila – 400 mila chilometri vengono inviati per i rottami. Verso Marte in linea retta, in una sola direzione, almeno 60 milioni di km.

Quando abbiamo inviato spedizioni sulla Luna, gli astronauti erano a bordo per un tempo relativamente breve. L’equipaggio dell’Apollo 11 ha trascorso lì 21 ore e mezza. Il problema con Marte è che un percorso può richiedere diversi mesi, ma il viaggio di ritorno sarà molto più lungo. Un sito planetario più adatto dovrà attendere circa un anno. Inviare esseri umani su Marte e tenerli lì per un anno è un compito molto difficile. Per la vita abbiamo bisogno di cibo e acqua …

– e ossigeno.

– Si. Di solito non ci pensiamo, perché ce n’è molto nella nostra atmosfera, il 21%. Per un volo spaziale così lungo dalla Terra, dovrai portare con te una grande quantità di ossigeno o trovare un modo per ottenerlo sul posto.

E se costruissi una stazione di trasmissione dove sarebbe possibile effettuare riparazioni alla navicella?

– Se vogliamo creare una stazione di scambio, dovremo mandare qualcuno là fuori in modo che possa essere nello spazio e aspettare. Un altro problema: come potrebbe una missione con equipaggio incontrare una stazione del genere nel vasto spazio esterno? Abbiamo già lavorato all’attracco delle due navi. Quando entrambi sono nell’orbita terrestre bassa, hanno la stessa velocità. La velocità orbitale della Terra è di circa 30 chilometri al secondo. Se avessimo due oggetti, uno in attesa in orbita e il secondo in movimento a 50 chilometri al secondo, sarebbe molto difficile per loro non mancarsi l’un l’altro a grande distanza.

– Dovremo frenare di conseguenza.

È molto difficile rallentare nello spazio. Il rischio di collisione è alto. È meglio farlo vicino a un pianeta che ha un’atmosfera.

Come faranno le persone ad affrontare un lungo viaggio?

Sono stati condotti esperimenti in cui le persone sono state tenute sotto osservazione in uno spazio chiuso per settimane o mesi. Sono state studiate sia le loro condizioni mentali che fisiche. A quanto pare, è possibile scegliere quelle persone che potrebbero mentalmente sopportare un simile viaggio. Inoltre, non c’è nulla di nuovo nella permanenza umana a lungo termine nello spazio, gli astronauti hanno trascorso un anno sulla Stazione Spaziale Internazionale. Certo, appariranno problemi di salute, in particolare, atrofia muscolare, anche quelli che muovono il bulbo oculare. In milioni di anni di evoluzione, il nostro corpo si è adattato al fatto che esiste la gravità.

Elon Musk ha stimato qualche tempo fa che costruire una città per un milione di persone su Marte costerebbe da $ 100 miliardi a $ 100 trilioni.

100 miliardi sono una sottostima, e questo è quanto costerebbe inviare persone, invece, dovremmo parlare di 100 trilioni. Quando i russi hanno offerto voli commerciali alla Stazione Spaziale Internazionale, hanno pagato $ 20-30 milioni a persona. Quando volo su Marte, moltiplicherò quel numero per 1000.

Supponiamo che ci sia stata la decisione di inviare persone su Marte. Come scegli il posto migliore per costruire la tua base?

Proprio come la Terra. Faresti meglio ad avere un fiume nelle vicinanze. I fiumi sono un problema su Marte, ma potrebbero esserci riserve di ghiaccio sotto la superficie. Si deve prendere in considerazione l’accesso locale all’acqua dove non è possibile un adeguato apporto di terra. Da un lato, il pianeta rosso è simile al nostro: la durata dei giorni di Marte e della Terra è approssimativamente uguale. Psicologicamente, questo può avere un effetto positivo.

– I futuri coloni dovranno mangiare qualcosa. Come potrebbe essere la produzione alimentare su Marte?

Questo è un problema serio, perché per funzionare una persona deve mangiare. Puoi attenersi a una dieta, ma non puoi esaurirti durante il viaggio su Marte, restare lì e tornare sulla Terra. In un viaggio del genere, una persona potrebbe aver bisogno di molto cibo. È difficile prendere tutto a bordo. Si propone, ad esempio, di piantare piante già su un veicolo spaziale, e poi sul pianeta.

Qui ci troviamo di fronte al seguente problema: non ci stiamo adattando solo alla gravità, ma anche con la maggior parte delle piante. Le radici crescono verso il basso, lo stelo verso l’alto, in assenza di gravità, la loro crescita è disturbata. Ci sono idee per usare la forza centrifuga, cioè mettere le piante in una centrifuga. Tuttavia, avrebbe bisogno di energia per funzionare e sarebbe di grande valore su Marte.

La base della vita è l’acqua. Come lo trovi su Marte?

Dal ghiaccio che dovrà sciogliersi e anche questo richiede energia. Fa molto più freddo su Marte che sulla Terra, quindi l’intero processo diventerà molto più complicato.

– Dove puoi trovare l’energia?

Il più delle volte, l’energia viene generata nello spazio utilizzando i pannelli solari. Possono funzionare per un anno, ma di tanto in tanto si verificano forti tempeste di sabbia su Marte. Durante questo temporale, le batterie saranno inutili, dopodiché dovranno essere pulite.

Pensi che un essere umano sarebbe in grado di mettere piede su Marte?

– È possibile. La domanda è se questo accadrà nella nostra vita. Non aspetteremo questo fino a quando non ci sarà una spinta che richiederebbe l’invasione di Marte. Mentre lo è, a mio parere, non lo è. Se si scopre che ci sono minerali essenziali per la sopravvivenza della nostra civiltà, preferiamo inviare sonde lì, che estrarranno e quindi trasportano le materie prime sulla Terra. Forse un giorno alcune persone verranno mandate su Marte, ma è abbastanza per fondare una città … ne dubito.

I materiali di InoSMI contengono recensioni esclusive di media stranieri e non riflettono la posizione della redazione di Inosmi.

 
Segnala Abuso Articolo   |   « back - Torna indietro





ELENCO ULTIME AUDIZIONI

CATEGORIE