CAST e CASTING – Film, Cinema, Moda, Spot TV, Cortometraggi. Provini e Agenzie per Attori, Modelle, Cantanti, Ballerine, Promoter, Hostess, Steward …+ di 100 cast ogni giorno!


Rss 2.0 RSS - Casting per attori comparse provini cast TV     Home >> All Cast (Casting per attori comparse provini cast TV)

lug 30 2021

Le ragazze brasiliane vengono selezionate per un corso internazionale di scienze – Revista Galileu

Annuncio nella categoria: Altri 09:53

Amanda Campos e Ines Comarella sono due delle 30 persone selezionate per il programma di formazione in Biologia quantitativa e ambiente (Immagine: Disclosure)

Come molti studenti brasiliani, anche Ines Comarella ha dei dubbi su quale professione scegliere per l’esame di ammissione. Divisa tra fisica e biologia, almeno una cosa era certa: voleva diventare una scienziata. È riuscito! Ines si è laureata in scienze biologiche senza tralasciare il suo amore per le scienze esatte e oggi, a 22 anni, è tra le 30 persone selezionate dal Programma di Formazione in Biologia Quantitativa ed Ecologia, che mette in campo giovani brasiliani e altri paesi dell’America Latina ottimo contatto. Nomi della scienza internazionale, come il neuroscienziato israeliano Oded Rahafi e la matematica americana Corinna Tarneta.

La prima versione del programma è perfettamente progettata per essere eseguita di persona ed è stata adattata a una versione digitale a causa della pandemia. Il workshop è iniziato il 5 luglio e si concluderà venerdì (30) e ha visto la partecipazione di docenti di 15 esperti provenienti da centri di ricerca di tutto il mondo che hanno tenuto conferenze e discussioni. Nove altri insegnanti post-dottorato hanno sviluppato progetti con scienziati promettenti.

“Siamo rimasti molto delusi di non farlo [o curso] Diretto, ma comunque la connessione e l’entusiasmo sono assolutamente incredibili. Tutti i professori ci hanno detto che raramente prendono parte ai corsi con tanta vitalità ed entusiasmo”, celebra Hugo Aguilanio, presidente dell’Instituto Serapelleira, in un’intervista a Galileo. Dedicato alla promozione della scienza in Brasile, l’istituto è responsabile dell’iniziativa con l’Istituto sudamericano per la ricerca di base (ICTP-SAIFR, il suo acronimo in inglese).

Nelle prossime edizioni, che dovranno svolgersi annualmente e di persona (se la pandemia lo consentirà), l’idea è di allungare la durata del corso a sei mesi e avvicinare i docenti agli studenti. Pertanto, Serapellera intende cambiare la nozione di inaccessibilità di questi scienziati, nonché aiutare gli studenti brasiliani a trovare il loro potenziale per un livello moderno di produzione scientifica. “Vedi, questo sta diventando più reale: quello che sembra un sogno diventa qualcosa che può essere realizzato”, dice Inês.

Dal liceo alla laurea, Espirito Santo è stata una studentessa di educazione generale – nell’istruzione superiore è entrata all’Università Federale dell’Espirito Santo (Uves). Ora è già in procinto di conseguire la laurea magistrale presso l’Università Statale di Campinas (UNICamp). Il suo campo di studi è anche uno degli argomenti trattati dal programma di formazione. Attraverso concetti teorici di ecologia, indagherai sui modelli evolutivi della diversità delle specie e sui modelli computazionali. E in questa direzione dovrebbe muoversi la professione dei nuovi specialisti brasiliani, ritiene Aguilano.

Ines Comarella in un incontro di gruppo durante il workshop tenuto dall'Istituto Serapellera (Foto: Disclosure)

Ines Comarella a un incontro di gruppo per un progetto sviluppato sotto la direzione di Juan Vicente Gallego Rubalcaba, della McGill University, in Canada (Immagine: Disclosure)

crescita multidisciplinare

Secondo il Direttore dell’Istituto, poiché abbiamo molta biodiversità ed ecosistemi tropicali, il Brasile dovrebbe essere leader nella ricerca nelle cosiddette scienze della vita. Questo processo può essere facilitato in aree in cui lo stato si distingue, come la matematica, la fisica teorica e persino l’informatica. “L’idea è di usare il potere che il Brasile ha già in matematica per sviluppare una massa critica di giovani ricercatori connessi che sono in grado di studiare sistemi biologici complessi”, dice.

Nonostante l’enfasi sulla biologia, il programma incoraggia la partecipazione di candidati provenienti da qualsiasi campo della conoscenza, in particolare per incoraggiare il contatto interdisciplinare. Devono solo ottenere una laurea in istituzioni educative in Brasile o in altri paesi dell’America Latina. Per l’ecologa Amanda Campos, un’altra partecipante a questa edizione del corso, la presenza di percorsi diversi tra quelli selezionati è stata una cosa molto positiva. “Penso che la scienza stia diventando sempre più interdisciplinare e non possiamo limitare le nostre domande scientifiche perché appartengono a un particolare dipartimento”, afferma Galileo.

Amanda Campos a una riunione di sviluppo del progetto di gruppo durante il programma (Foto: Disclosure)

Amanda Campos a un incontro del progetto sviluppato in un gruppo durante il programma sotto la supervisione della professoressa Gabriela Petilla Sipes, dell’Università Federale del Rio Grande do Sul (Foto: Disclosure)

Nel progetto sviluppato parallelamente alle lezioni del programma, ad esempio, Amanda celebra il fatto di essere fuori dalla sua zona di comfort perché è l’unica ecologista del gruppo, composto principalmente da fisici. “Sento che stiamo costruendo una comunità come studenti, come una rete. Non solo collaborazioni per la futura produzione scientifica, ma anche una rete di persone da cui puoi consigliare di lavorare”, pensa. Sulla base di modelli statistici di Covid-19, stanno studiando come il basso volume di test sul coronavirus potrebbe ritardare l’identificazione di nuove varianti in Brasile.

Come Inês, anche Amanda si è laureata alla Public Education Network. “Tutti vogliono che la scuola pubblica sia migliore, giusto? Quello che è stato importante per me raccontare la storia della resilienza sono le persone che ho incontrato”, dice il biologo laureato all’Università Federale di Bahia (UFBA), perché il percorso Ho preso ha molti prerequisiti.

Indica una padronanza dell’inglese, della matematica e della programmazione, essenziale nel campo dell’ambiente quantitativo, e accredita le sue conoscenze principalmente a colleghi e professori che l’hanno aiutata durante il processo di laurea e anche nel programma di formazione. “Sanno molte cose che io non so e io so molte cose che non so, quindi lo scambio in questo ambiente è molto salutare e buono”.

Oltre ad avere la fortuna di incrociare le persone giuste, il successo appartiene anche ad Amanda stessa, ovviamente. A 26 anni, sta già iniziando il suo dottorato di ricerca presso l’Università di São Paulo (USP), dove svolgerà ricerche sui problemi evolutivi delle barriere marine legate al cambiamento climatico. «È importante mettere in luce personaggi come Ines e Amanda, ma questo non può essere un pretesto per nascondere la terribile situazione dell’istruzione pubblica in Brasile», dice il presidente dell’Istituto Serapellera. Aguilaniu difende: “Dobbiamo avere un sistema che porti tutti più in alto possibile”.

nuovi orizzonti

Il programma ha già iniziato ad aprire le porte alla carriera di 30 partecipanti, che possono visualizzare meglio le possibili opzioni e continuare a sognare in alto nella ricerca. Con accesso diretto a studiosi internazionali, hanno potuto comprendere il pensiero dietro la grande produzione scientifica. “È stato surreale vedere in prima persona il lavoro delle persone che già seguivo, come Corina [Tarnita, da Universidade de Princeton, nos Estados Unidos] e Jordi Bascompet [da Universidade de Zurique, na Suíça]‘Amanda festeggia.

Uno dei consigli che ha dato agli studenti di Max Rietkerk, ad esempio, specialista in ecologia spaziale all’Università di Utrecht nei Paesi Bassi, è stato: “Sii molto curioso e molto confuso, perché quando sei confuso chiedi a qualcuno che dovrebbe saperne di più E inizierete a lavorare insieme. Amanda ha condiviso direttamente.

Jordi Bascompett durante una lezione per il Programma di formazione in Biologia ed ecologia quantitativa (Foto: Disclosure)

Uno dei professori del corso, il biologo Jordi Bascombet, ha tenuto lezioni sul corso in Biologia quantitativa ed ecologia (Immagine: Disclosure)

Riflettendo sui progressi della biologia quantitativa e delle funzioni ambientali, Inês ritiene che in futuro i grandi nomi della scienza nella regione saranno passati attraverso la formazione dell’Istituto Serrapilheira. D’altra parte, Amanda spera che anche altre istituzioni inizino a implementare programmi interdisciplinari per equipaggiare le persone e consentire loro di fare ciò che vogliono; Dopotutto, “Le persone che fanno quello che vogliono fanno sempre grandi cose. E io sono molto felice”.

* Supervisionato da Larissa Lopez

 
Segnala Abuso Articolo   |   « back - Torna indietro





ELENCO ULTIME AUDIZIONI

CATEGORIE