Home  |  Your Publicity here!  |  Shopping
Do you know a site of cast online? Submit Link
Casts in: USA, Canada, Italy, French, Germany 

Mooncasting.com – Mobi Multi-Search

 
Es. film xxx, New York, cast, urgent, agency@---, 333 --- ...

Italy Foot: il Napoli ha deciso di abbandonare Adam Ounas? – Gli sport

maggio 23, 2022 — Filed under: Spot & Shorts @ 11:26 pm
Adam Onas

Il piede dell’Algeria: il club italiano Napoli ha deciso di mantenere la sua stella algerina Adam Ounass la prossima stagione, nonostante la sua mancata presenza con “Al Janoub Club” a causa dei numerosi infortuni subiti.

L’italiano Luca Marchetti ha rivelato, in dichiarazioni al canale italiano “Sky Sport”, che Ounass rimarrà con il Napoli per almeno un’altra stagione, anche se non si è dimostrato con la squadra da quando è arrivato nel 2017.

Il giornalista italiano ha detto: “Onass dovrebbe continuare con il Napoli, durante la prossima stagione”, aggiungendo: “Il giocatore algerino Ounass dipende interamente dalle sue qualifiche tecniche, e il Napoli è la squadra che gli dà lo spazio per esprimerlo.

Il prossimo giugno scadrà il contratto dell’attaccante algerino, cosa che probabilmente lo renderà appetibile da molti club europei, che in precedenza avevano indicato l’intenzione di inserirlo tra le proprie fila.

Il nazionale algerino è stato assente per lunghi periodi dal suo club Napoli a causa di un infortunio, che gli ha impedito anche di stare con la nazionale in precedenti importanti stazioni.

Al Janoub aveva rivelato in precedenza sul proprio sito ufficiale che il giocatore del battaglione “Desert Warriors” è pronto ad affrontare sabato il Torino nel 36° turno della Lega Calcio Italiana.

Si prevede che Adam e Nas saranno convocati se riguadagnerà il suo livello per partecipare con i suoi compagni di squadra al prossimo camp, in preparazione alle prime due partite delle qualificazioni alla Coppa d’Africa 2023 della Costa d’Avorio.

Italy Foot: il Napoli ha deciso di abbandonare Adam Ounas? – Gli sport

— Filed under: Promoters @ 11:25 pm
Adam Onas

Il piede dell’Algeria: il club italiano Napoli ha deciso di mantenere la sua stella algerina Adam Ounass la prossima stagione, nonostante la sua mancata presenza con “Al Janoub Club” a causa dei numerosi infortuni subiti.

L’italiano Luca Marchetti ha rivelato, in dichiarazioni al canale italiano “Sky Sport”, che Ounass rimarrà con il Napoli per almeno un’altra stagione, anche se non si è dimostrato con la squadra da quando è arrivato nel 2017.

Il giornalista italiano ha detto: “Onass dovrebbe continuare con il Napoli, durante la prossima stagione”, aggiungendo: “Il giocatore algerino Ounass dipende interamente dalle sue qualifiche tecniche, e il Napoli è la squadra che gli dà lo spazio per esprimerlo.

Il prossimo giugno scadrà il contratto dell’attaccante algerino, cosa che probabilmente lo renderà appetibile da molti club europei, che in precedenza avevano indicato l’intenzione di inserirlo tra le proprie fila.

Il nazionale algerino è stato assente per lunghi periodi dal suo club Napoli a causa di un infortunio, che gli ha impedito anche di stare con la nazionale in precedenti importanti stazioni.

Al Janoub aveva rivelato in precedenza sul proprio sito ufficiale che il giocatore del battaglione “Desert Warriors” è pronto ad affrontare sabato il Torino nel 36° turno della Lega Calcio Italiana.

Si prevede che Adam e Nas saranno convocati se riguadagnerà il suo livello per partecipare con i suoi compagni di squadra al prossimo camp, in preparazione alle prime due partite delle qualificazioni alla Coppa d’Africa 2023 della Costa d’Avorio.

Italy Foot: il Napoli ha deciso di abbandonare Adam Ounas? – Gli sport

— Filed under: Film / TV / Cinema @ 11:24 pm
Adam Onas

Il piede dell’Algeria: il club italiano Napoli ha deciso di mantenere la sua stella algerina Adam Ounass la prossima stagione, nonostante la sua mancata presenza con “Al Janoub Club” a causa dei numerosi infortuni subiti.

L’italiano Luca Marchetti ha rivelato, in dichiarazioni al canale italiano “Sky Sport”, che Ounass rimarrà con il Napoli per almeno un’altra stagione, anche se non si è dimostrato con la squadra da quando è arrivato nel 2017.

Il giornalista italiano ha detto: “Onass dovrebbe continuare con il Napoli, durante la prossima stagione”, aggiungendo: “Il giocatore algerino Ounass dipende interamente dalle sue qualifiche tecniche, e il Napoli è la squadra che gli dà lo spazio per esprimerlo.

Il prossimo giugno scadrà il contratto dell’attaccante algerino, cosa che probabilmente lo renderà appetibile da molti club europei, che in precedenza avevano indicato l’intenzione di inserirlo tra le proprie fila.

Il nazionale algerino è stato assente per lunghi periodi dal suo club Napoli a causa di un infortunio, che gli ha impedito anche di stare con la nazionale in precedenti importanti stazioni.

Al Janoub aveva rivelato in precedenza sul proprio sito ufficiale che il giocatore del battaglione “Desert Warriors” è pronto ad affrontare sabato il Torino nel 36° turno della Lega Calcio Italiana.

Si prevede che Adam e Nas saranno convocati se riguadagnerà il suo livello per partecipare con i suoi compagni di squadra al prossimo camp, in preparazione alle prime due partite delle qualificazioni alla Coppa d’Africa 2023 della Costa d’Avorio.

Italy Foot: il Napoli ha deciso di abbandonare Adam Ounas? – Gli sport

— Filed under: Other @ 11:24 pm
Adam Onas

Il piede dell’Algeria: il club italiano Napoli ha deciso di mantenere la sua stella algerina Adam Ounass la prossima stagione, nonostante la sua mancata presenza con “Al Janoub Club” a causa dei numerosi infortuni subiti.

L’italiano Luca Marchetti ha rivelato, in dichiarazioni al canale italiano “Sky Sport”, che Ounass rimarrà con il Napoli per almeno un’altra stagione, anche se non si è dimostrato con la squadra da quando è arrivato nel 2017.

Il giornalista italiano ha detto: “Onass dovrebbe continuare con il Napoli, durante la prossima stagione”, aggiungendo: “Il giocatore algerino Ounass dipende interamente dalle sue qualifiche tecniche, e il Napoli è la squadra che gli dà lo spazio per esprimerlo.

Il prossimo giugno scadrà il contratto dell’attaccante algerino, cosa che probabilmente lo renderà appetibile da molti club europei, che in precedenza avevano indicato l’intenzione di inserirlo tra le proprie fila.

Il nazionale algerino è stato assente per lunghi periodi dal suo club Napoli a causa di un infortunio, che gli ha impedito anche di stare con la nazionale in precedenti importanti stazioni.

Al Janoub aveva rivelato in precedenza sul proprio sito ufficiale che il giocatore del battaglione “Desert Warriors” è pronto ad affrontare sabato il Torino nel 36° turno della Lega Calcio Italiana.

Si prevede che Adam e Nas saranno convocati se riguadagnerà il suo livello per partecipare con i suoi compagni di squadra al prossimo camp, in preparazione alle prime due partite delle qualificazioni alla Coppa d’Africa 2023 della Costa d’Avorio.

Italy Foot: il Napoli ha deciso di abbandonare Adam Ounas? – Gli sport

— Filed under: Mode & Fashion @ 11:23 pm
Adam Onas

Il piede dell’Algeria: il club italiano Napoli ha deciso di mantenere la sua stella algerina Adam Ounass la prossima stagione, nonostante la sua mancata presenza con “Al Janoub Club” a causa dei numerosi infortuni subiti.

L’italiano Luca Marchetti ha rivelato, in dichiarazioni al canale italiano “Sky Sport”, che Ounass rimarrà con il Napoli per almeno un’altra stagione, anche se non si è dimostrato con la squadra da quando è arrivato nel 2017.

Il giornalista italiano ha detto: “Onass dovrebbe continuare con il Napoli, durante la prossima stagione”, aggiungendo: “Il giocatore algerino Ounass dipende interamente dalle sue qualifiche tecniche, e il Napoli è la squadra che gli dà lo spazio per esprimerlo.

Il prossimo giugno scadrà il contratto dell’attaccante algerino, cosa che probabilmente lo renderà appetibile da molti club europei, che in precedenza avevano indicato l’intenzione di inserirlo tra le proprie fila.

Il nazionale algerino è stato assente per lunghi periodi dal suo club Napoli a causa di un infortunio, che gli ha impedito anche di stare con la nazionale in precedenti importanti stazioni.

Al Janoub aveva rivelato in precedenza sul proprio sito ufficiale che il giocatore del battaglione “Desert Warriors” è pronto ad affrontare sabato il Torino nel 36° turno della Lega Calcio Italiana.

Si prevede che Adam e Nas saranno convocati se riguadagnerà il suo livello per partecipare con i suoi compagni di squadra al prossimo camp, in preparazione alle prime due partite delle qualificazioni alla Coppa d’Africa 2023 della Costa d’Avorio.

Remy Cavagna prima del ritorno alle competizioni a Milano – Torino: “Recuperare il divertimento e la fiducia”

marzo 24, 2022 — Filed under: Teather & Musical @ 12:24 am

Rémi Cavagna riprende le gare questo mercoledì, in Italia, nella classica Milano-Torino, la corsa ciclistica più antica del mondo (istituita nel 1876), che collegherà la Magenta Prevoli.

Per “TGV de Clermont”, l’inizio della stagione è stato stravolto da una caduta a dicembre, durante una sessione di allenamento in Spagna con il Team Quick-Step Alpha Vinyl. “Non potrei mai più camminare, quindi sto andando davvero bene, sono solo a pochi centimetri di distanza. Mi considero fortunato”, ha messo in prospettiva il corridore.

Sei mesi dopo l’ultima gara

In corsa per una frattura lombare, l’Auvergnat ha preparato una stagione diversa, ma sta mantenendo i suoi stessi obiettivi: le cronometro per i campionati di Francia, Europa e mondo, oltre al Tour de France.

Ricevi la nostra newsletter personalizzata Terre de Sports e-mail e trova notizie e risultati per i tuoi sport preferiti ogni lunedì.

NL {“path”: “mini-thematique-inscription”, “themeatique”: “MT_Sports_Multisports”, “accessCode”: “14098571”, “allowGCS”: “true”, “bodyClass”: “ripo_generic”, “ContextLevel”: “KEEP_ALL”, “filterMotsCles”: “1 | 10 | 11 | 22 | 6973 | 17123”, “gabarit”: “generic”, “hasEssentiel”: “true”, “idArticle”: “4098571”, “idArticlesList”: “4098571”, “idDepartement”: “282”, “idZone”: “30603”, “motsCles”: “1 | 10 | 11 | 22 | 6973 | 17123”, “Premium”: “true”, “pubs”: “banniere_haute | article”, “site”: “MT”, “sousDomain”: “www”, “tagsArticle”: “#remicavagna2022”, “urlTitle”: “remi-cavagna-avant-son-retour-a-la- ” La gara di Milano Torino ridona la gioia della fiducia”}

Questo mercoledì, a Milano e Torino, Remy Cavagna riscoprirà il gusto della competizione, un ritorno che attendeva con ansia.

Remy Kavagna si è allenato molto come home trainer dopo l’operazione lombare. © Wout Beel / Team Quick-Step Alpha Vinyl

Con quali obiettivi ti allinei in questa gara?

“Dal punto di vista personale non ho molti obiettivi, sarebbe soprattutto riprendere la gara, ritrovare il ritmo. Dopodiché di solito è previsto uno sprint, abbiamo Mark Cavendish che corre con noi, e lui sarà il capitano.

L’obiettivo sarà raggiungere il massimo. Siamo una squadra senza treno, senza pilota, senza più corridori che non erano lì per uno sprint, quindi è speciale. Le difficoltà esistono non lontano dalla fine, potrebbe essere possibile lanciare attacchi in quel momento. Ma non credo che saremo i primi a iniziare le ostilità. »

Com’è stato il tuo periodo di formazione alle Isole Canarie (Tenerife), soprattutto in termini di sensazioni?

“Il percorso è andato bene, abbiamo pedalato molto con molte escursioni, è davvero dura lì. Era necessario fare un periodo di allenamento, inoltre abbiamo avuto bel tempo, quindi è stato bello”.

eccellente Remy Cavagna, dopo essere caduto pesantemente durante le prove: ‘Non potrei mai più camminare’

Niente più dolore, seguito? Pronti per riprendere la stagione?

“Sì, non c’è più dolore. Lavoro molto sulla schiena, con molto stretching per mantenere la flessibilità, perché mi tira ancora un po’. Ma va tutto bene, anche in bici senza dolore, ora abbiamo per tornare al ritmo delle corse”.

Prima cronometro in un mese

Per poter continuare anche tu, hai in programma diverse gare in Italia?

“Sì, farò Milano e Torino e poi starò con Kobe e Bartali, dal 22 al 26 marzo, in cinque tappe, molto dure, ma per me queste sono gare grandiose. Non tutto sarà piatto, sarebbe’ Non è una brutta cosa tornare in strada. Ci saranno le montagne. È per i pugili”.

La prossima volta che è stata fissata la data di prova?

“Ci vorrà poco. Parteciperò al Tour de Romandie (26 aprile – 1 maggio), quindi penso che lo sarà. Ci sarà anche un Critérium du Dauphiné (5-12 giugno) con cronometro”.

Non vedi l’ora di tornare in gara?

“Sì, è un po’ che va avanti. Mi piace allenarmi ma non c’è alternativa alle corse. Avevo terminato la mia stagione prematuramente perché ero stanco (26 settembre, ai Mondiali in Belgio). Lì ho ho recuperato bene, quindi sono pronto per tornare a The Road”.

Remy Cavagna (Rider in vinile Alpha Quick-Step)

Sarà anche benefico per il morale.

“Sì, dopo spero che non ci siano più cadute. Ho recuperato bene e ho lavorato e ora sento che tornerò a correre e in ottima forma. La gara richiederà diversi giorni per arrivare al 100% , correndo tra Milano e Torino. Per ritrovare il divertimento e la fiducia non vedo l’ora. »

eccellente Remy Cavagna è vicino al rientro in gara: “Non soffro più di mal di schiena”

Qualche dubbio dopo questo autunno?

“No, non ho molte preoccupazioni. Dopo di che sono caduto, ho avuto una leggera caduta durante l’allenamento in Spagna, dopo aver recuperato almeno a gennaio, cosa che mi ha fatto stare male. Ora va bene, sono tornato, non c’è più alcun fattore limitante”.

Jason Cotard

Remy Cavagna prima del ritorno alle competizioni a Milano – Torino: “Recuperare il divertimento e la fiducia”

— Filed under: Spot & Shorts @ 12:24 am

Rémi Cavagna riprende le gare questo mercoledì, in Italia, nella classica Milano-Torino, la corsa ciclistica più antica del mondo (istituita nel 1876), che collegherà la Magenta Prevoli.

Per “TGV de Clermont”, l’inizio della stagione è stato stravolto da una caduta a dicembre, durante una sessione di allenamento in Spagna con il Team Quick-Step Alpha Vinyl. “Non potrei mai più camminare, quindi sto andando davvero bene, sono solo a pochi centimetri di distanza. Mi considero fortunato”, ha messo in prospettiva il corridore.

Sei mesi dopo l’ultima gara

In corsa per una frattura lombare, l’Auvergnat ha preparato una stagione diversa, ma sta mantenendo i suoi stessi obiettivi: le cronometro per i campionati di Francia, Europa e mondo, oltre al Tour de France.

Ricevi la nostra newsletter personalizzata Terre de Sports e-mail e trova notizie e risultati per i tuoi sport preferiti ogni lunedì.

NL {“path”: “mini-thematique-inscription”, “themeatique”: “MT_Sports_Multisports”, “accessCode”: “14098571”, “allowGCS”: “true”, “bodyClass”: “ripo_generic”, “ContextLevel”: “KEEP_ALL”, “filterMotsCles”: “1 | 10 | 11 | 22 | 6973 | 17123”, “gabarit”: “generic”, “hasEssentiel”: “true”, “idArticle”: “4098571”, “idArticlesList”: “4098571”, “idDepartement”: “282”, “idZone”: “30603”, “motsCles”: “1 | 10 | 11 | 22 | 6973 | 17123”, “Premium”: “true”, “pubs”: “banniere_haute | article”, “site”: “MT”, “sousDomain”: “www”, “tagsArticle”: “#remicavagna2022”, “urlTitle”: “remi-cavagna-avant-son-retour-a-la- ” La gara di Milano Torino ridona la gioia della fiducia”}

Questo mercoledì, a Milano e Torino, Remy Cavagna riscoprirà il gusto della competizione, un ritorno che attendeva con ansia.

Remy Kavagna si è allenato molto come home trainer dopo l’operazione lombare. © Wout Beel / Team Quick-Step Alpha Vinyl

Con quali obiettivi ti allinei in questa gara?

“Dal punto di vista personale non ho molti obiettivi, sarebbe soprattutto riprendere la gara, ritrovare il ritmo. Dopodiché di solito è previsto uno sprint, abbiamo Mark Cavendish che corre con noi, e lui sarà il capitano.

L’obiettivo sarà raggiungere il massimo. Siamo una squadra senza treno, senza pilota, senza più corridori che non erano lì per uno sprint, quindi è speciale. Le difficoltà esistono non lontano dalla fine, potrebbe essere possibile lanciare attacchi in quel momento. Ma non credo che saremo i primi a iniziare le ostilità. »

Com’è stato il tuo periodo di formazione alle Isole Canarie (Tenerife), soprattutto in termini di sensazioni?

“Il percorso è andato bene, abbiamo pedalato molto con molte escursioni, è davvero dura lì. Era necessario fare un periodo di allenamento, inoltre abbiamo avuto bel tempo, quindi è stato bello”.

eccellente Remy Cavagna, dopo essere caduto pesantemente durante le prove: ‘Non potrei mai più camminare’

Niente più dolore, seguito? Pronti per riprendere la stagione?

“Sì, non c’è più dolore. Lavoro molto sulla schiena, con molto stretching per mantenere la flessibilità, perché mi tira ancora un po’. Ma va tutto bene, anche in bici senza dolore, ora abbiamo per tornare al ritmo delle corse”.

Prima cronometro in un mese

Per poter continuare anche tu, hai in programma diverse gare in Italia?

“Sì, farò Milano e Torino e poi starò con Kobe e Bartali, dal 22 al 26 marzo, in cinque tappe, molto dure, ma per me queste sono gare grandiose. Non tutto sarà piatto, sarebbe’ Non è una brutta cosa tornare in strada. Ci saranno le montagne. È per i pugili”.

La prossima volta che è stata fissata la data di prova?

“Ci vorrà poco. Parteciperò al Tour de Romandie (26 aprile – 1 maggio), quindi penso che lo sarà. Ci sarà anche un Critérium du Dauphiné (5-12 giugno) con cronometro”.

Non vedi l’ora di tornare in gara?

“Sì, è un po’ che va avanti. Mi piace allenarmi ma non c’è alternativa alle corse. Avevo terminato la mia stagione prematuramente perché ero stanco (26 settembre, ai Mondiali in Belgio). Lì ho ho recuperato bene, quindi sono pronto per tornare a The Road”.

Remy Cavagna (Rider in vinile Alpha Quick-Step)

Sarà anche benefico per il morale.

“Sì, dopo spero che non ci siano più cadute. Ho recuperato bene e ho lavorato e ora sento che tornerò a correre e in ottima forma. La gara richiederà diversi giorni per arrivare al 100% , correndo tra Milano e Torino. Per ritrovare il divertimento e la fiducia non vedo l’ora. »

eccellente Remy Cavagna è vicino al rientro in gara: “Non soffro più di mal di schiena”

Qualche dubbio dopo questo autunno?

“No, non ho molte preoccupazioni. Dopo di che sono caduto, ho avuto una leggera caduta durante l’allenamento in Spagna, dopo aver recuperato almeno a gennaio, cosa che mi ha fatto stare male. Ora va bene, sono tornato, non c’è più alcun fattore limitante”.

Jason Cotard

Remy Cavagna prima del ritorno alle competizioni a Milano – Torino: “Recuperare il divertimento e la fiducia”

— Filed under: Promoters @ 12:23 am

Rémi Cavagna riprende le gare questo mercoledì, in Italia, nella classica Milano-Torino, la corsa ciclistica più antica del mondo (istituita nel 1876), che collegherà la Magenta Prevoli.

Per “TGV de Clermont”, l’inizio della stagione è stato stravolto da una caduta a dicembre, durante una sessione di allenamento in Spagna con il Team Quick-Step Alpha Vinyl. “Non potrei mai più camminare, quindi sto andando davvero bene, sono solo a pochi centimetri di distanza. Mi considero fortunato”, ha messo in prospettiva il corridore.

Sei mesi dopo l’ultima gara

In corsa per una frattura lombare, l’Auvergnat ha preparato una stagione diversa, ma sta mantenendo i suoi stessi obiettivi: le cronometro per i campionati di Francia, Europa e mondo, oltre al Tour de France.

Ricevi la nostra newsletter personalizzata Terre de Sports e-mail e trova notizie e risultati per i tuoi sport preferiti ogni lunedì.

NL {“path”: “mini-thematique-inscription”, “themeatique”: “MT_Sports_Multisports”, “accessCode”: “14098571”, “allowGCS”: “true”, “bodyClass”: “ripo_generic”, “ContextLevel”: “KEEP_ALL”, “filterMotsCles”: “1 | 10 | 11 | 22 | 6973 | 17123”, “gabarit”: “generic”, “hasEssentiel”: “true”, “idArticle”: “4098571”, “idArticlesList”: “4098571”, “idDepartement”: “282”, “idZone”: “30603”, “motsCles”: “1 | 10 | 11 | 22 | 6973 | 17123”, “Premium”: “true”, “pubs”: “banniere_haute | article”, “site”: “MT”, “sousDomain”: “www”, “tagsArticle”: “#remicavagna2022”, “urlTitle”: “remi-cavagna-avant-son-retour-a-la- ” La gara di Milano Torino ridona la gioia della fiducia”}

Questo mercoledì, a Milano e Torino, Remy Cavagna riscoprirà il gusto della competizione, un ritorno che attendeva con ansia.

Remy Kavagna si è allenato molto come home trainer dopo l’operazione lombare. © Wout Beel / Team Quick-Step Alpha Vinyl

Con quali obiettivi ti allinei in questa gara?

“Dal punto di vista personale non ho molti obiettivi, sarebbe soprattutto riprendere la gara, ritrovare il ritmo. Dopodiché di solito è previsto uno sprint, abbiamo Mark Cavendish che corre con noi, e lui sarà il capitano.

L’obiettivo sarà raggiungere il massimo. Siamo una squadra senza treno, senza pilota, senza più corridori che non erano lì per uno sprint, quindi è speciale. Le difficoltà esistono non lontano dalla fine, potrebbe essere possibile lanciare attacchi in quel momento. Ma non credo che saremo i primi a iniziare le ostilità. »

Com’è stato il tuo periodo di formazione alle Isole Canarie (Tenerife), soprattutto in termini di sensazioni?

“Il percorso è andato bene, abbiamo pedalato molto con molte escursioni, è davvero dura lì. Era necessario fare un periodo di allenamento, inoltre abbiamo avuto bel tempo, quindi è stato bello”.

eccellente Remy Cavagna, dopo essere caduto pesantemente durante le prove: ‘Non potrei mai più camminare’

Niente più dolore, seguito? Pronti per riprendere la stagione?

“Sì, non c’è più dolore. Lavoro molto sulla schiena, con molto stretching per mantenere la flessibilità, perché mi tira ancora un po’. Ma va tutto bene, anche in bici senza dolore, ora abbiamo per tornare al ritmo delle corse”.

Prima cronometro in un mese

Per poter continuare anche tu, hai in programma diverse gare in Italia?

“Sì, farò Milano e Torino e poi starò con Kobe e Bartali, dal 22 al 26 marzo, in cinque tappe, molto dure, ma per me queste sono gare grandiose. Non tutto sarà piatto, sarebbe’ Non è una brutta cosa tornare in strada. Ci saranno le montagne. È per i pugili”.

La prossima volta che è stata fissata la data di prova?

“Ci vorrà poco. Parteciperò al Tour de Romandie (26 aprile – 1 maggio), quindi penso che lo sarà. Ci sarà anche un Critérium du Dauphiné (5-12 giugno) con cronometro”.

Non vedi l’ora di tornare in gara?

“Sì, è un po’ che va avanti. Mi piace allenarmi ma non c’è alternativa alle corse. Avevo terminato la mia stagione prematuramente perché ero stanco (26 settembre, ai Mondiali in Belgio). Lì ho ho recuperato bene, quindi sono pronto per tornare a The Road”.

Remy Cavagna (Rider in vinile Alpha Quick-Step)

Sarà anche benefico per il morale.

“Sì, dopo spero che non ci siano più cadute. Ho recuperato bene e ho lavorato e ora sento che tornerò a correre e in ottima forma. La gara richiederà diversi giorni per arrivare al 100% , correndo tra Milano e Torino. Per ritrovare il divertimento e la fiducia non vedo l’ora. »

eccellente Remy Cavagna è vicino al rientro in gara: “Non soffro più di mal di schiena”

Qualche dubbio dopo questo autunno?

“No, non ho molte preoccupazioni. Dopo di che sono caduto, ho avuto una leggera caduta durante l’allenamento in Spagna, dopo aver recuperato almeno a gennaio, cosa che mi ha fatto stare male. Ora va bene, sono tornato, non c’è più alcun fattore limitante”.

Jason Cotard

Remy Cavagna prima del ritorno alle competizioni a Milano – Torino: “Recuperare il divertimento e la fiducia”

— Filed under: Film / TV / Cinema @ 12:23 am

Rémi Cavagna riprende le gare questo mercoledì, in Italia, nella classica Milano-Torino, la corsa ciclistica più antica del mondo (istituita nel 1876), che collegherà la Magenta Prevoli.

Per “TGV de Clermont”, l’inizio della stagione è stato stravolto da una caduta a dicembre, durante una sessione di allenamento in Spagna con il Team Quick-Step Alpha Vinyl. “Non potrei mai più camminare, quindi sto andando davvero bene, sono solo a pochi centimetri di distanza. Mi considero fortunato”, ha messo in prospettiva il corridore.

Sei mesi dopo l’ultima gara

In corsa per una frattura lombare, l’Auvergnat ha preparato una stagione diversa, ma sta mantenendo i suoi stessi obiettivi: le cronometro per i campionati di Francia, Europa e mondo, oltre al Tour de France.

Ricevi la nostra newsletter personalizzata Terre de Sports e-mail e trova notizie e risultati per i tuoi sport preferiti ogni lunedì.

NL {“path”: “mini-thematique-inscription”, “themeatique”: “MT_Sports_Multisports”, “accessCode”: “14098571”, “allowGCS”: “true”, “bodyClass”: “ripo_generic”, “ContextLevel”: “KEEP_ALL”, “filterMotsCles”: “1 | 10 | 11 | 22 | 6973 | 17123”, “gabarit”: “generic”, “hasEssentiel”: “true”, “idArticle”: “4098571”, “idArticlesList”: “4098571”, “idDepartement”: “282”, “idZone”: “30603”, “motsCles”: “1 | 10 | 11 | 22 | 6973 | 17123”, “Premium”: “true”, “pubs”: “banniere_haute | article”, “site”: “MT”, “sousDomain”: “www”, “tagsArticle”: “#remicavagna2022”, “urlTitle”: “remi-cavagna-avant-son-retour-a-la- ” La gara di Milano Torino ridona la gioia della fiducia”}

Questo mercoledì, a Milano e Torino, Remy Cavagna riscoprirà il gusto della competizione, un ritorno che attendeva con ansia.

Remy Kavagna si è allenato molto come home trainer dopo l’operazione lombare. © Wout Beel / Team Quick-Step Alpha Vinyl

Con quali obiettivi ti allinei in questa gara?

“Dal punto di vista personale non ho molti obiettivi, sarebbe soprattutto riprendere la gara, ritrovare il ritmo. Dopodiché di solito è previsto uno sprint, abbiamo Mark Cavendish che corre con noi, e lui sarà il capitano.

L’obiettivo sarà raggiungere il massimo. Siamo una squadra senza treno, senza pilota, senza più corridori che non erano lì per uno sprint, quindi è speciale. Le difficoltà esistono non lontano dalla fine, potrebbe essere possibile lanciare attacchi in quel momento. Ma non credo che saremo i primi a iniziare le ostilità. »

Com’è stato il tuo periodo di formazione alle Isole Canarie (Tenerife), soprattutto in termini di sensazioni?

“Il percorso è andato bene, abbiamo pedalato molto con molte escursioni, è davvero dura lì. Era necessario fare un periodo di allenamento, inoltre abbiamo avuto bel tempo, quindi è stato bello”.

eccellente Remy Cavagna, dopo essere caduto pesantemente durante le prove: ‘Non potrei mai più camminare’

Niente più dolore, seguito? Pronti per riprendere la stagione?

“Sì, non c’è più dolore. Lavoro molto sulla schiena, con molto stretching per mantenere la flessibilità, perché mi tira ancora un po’. Ma va tutto bene, anche in bici senza dolore, ora abbiamo per tornare al ritmo delle corse”.

Prima cronometro in un mese

Per poter continuare anche tu, hai in programma diverse gare in Italia?

“Sì, farò Milano e Torino e poi starò con Kobe e Bartali, dal 22 al 26 marzo, in cinque tappe, molto dure, ma per me queste sono gare grandiose. Non tutto sarà piatto, sarebbe’ Non è una brutta cosa tornare in strada. Ci saranno le montagne. È per i pugili”.

La prossima volta che è stata fissata la data di prova?

“Ci vorrà poco. Parteciperò al Tour de Romandie (26 aprile – 1 maggio), quindi penso che lo sarà. Ci sarà anche un Critérium du Dauphiné (5-12 giugno) con cronometro”.

Non vedi l’ora di tornare in gara?

“Sì, è un po’ che va avanti. Mi piace allenarmi ma non c’è alternativa alle corse. Avevo terminato la mia stagione prematuramente perché ero stanco (26 settembre, ai Mondiali in Belgio). Lì ho ho recuperato bene, quindi sono pronto per tornare a The Road”.

Remy Cavagna (Rider in vinile Alpha Quick-Step)

Sarà anche benefico per il morale.

“Sì, dopo spero che non ci siano più cadute. Ho recuperato bene e ho lavorato e ora sento che tornerò a correre e in ottima forma. La gara richiederà diversi giorni per arrivare al 100% , correndo tra Milano e Torino. Per ritrovare il divertimento e la fiducia non vedo l’ora. »

eccellente Remy Cavagna è vicino al rientro in gara: “Non soffro più di mal di schiena”

Qualche dubbio dopo questo autunno?

“No, non ho molte preoccupazioni. Dopo di che sono caduto, ho avuto una leggera caduta durante l’allenamento in Spagna, dopo aver recuperato almeno a gennaio, cosa che mi ha fatto stare male. Ora va bene, sono tornato, non c’è più alcun fattore limitante”.

Jason Cotard

Remy Cavagna prima del ritorno alle competizioni a Milano – Torino: “Recuperare il divertimento e la fiducia”

— Filed under: Other @ 12:23 am

Rémi Cavagna riprende le gare questo mercoledì, in Italia, nella classica Milano-Torino, la corsa ciclistica più antica del mondo (istituita nel 1876), che collegherà la Magenta Prevoli.

Per “TGV de Clermont”, l’inizio della stagione è stato stravolto da una caduta a dicembre, durante una sessione di allenamento in Spagna con il Team Quick-Step Alpha Vinyl. “Non potrei mai più camminare, quindi sto andando davvero bene, sono solo a pochi centimetri di distanza. Mi considero fortunato”, ha messo in prospettiva il corridore.

Sei mesi dopo l’ultima gara

In corsa per una frattura lombare, l’Auvergnat ha preparato una stagione diversa, ma sta mantenendo i suoi stessi obiettivi: le cronometro per i campionati di Francia, Europa e mondo, oltre al Tour de France.

Ricevi la nostra newsletter personalizzata Terre de Sports e-mail e trova notizie e risultati per i tuoi sport preferiti ogni lunedì.

NL {“path”: “mini-thematique-inscription”, “themeatique”: “MT_Sports_Multisports”, “accessCode”: “14098571”, “allowGCS”: “true”, “bodyClass”: “ripo_generic”, “ContextLevel”: “KEEP_ALL”, “filterMotsCles”: “1 | 10 | 11 | 22 | 6973 | 17123”, “gabarit”: “generic”, “hasEssentiel”: “true”, “idArticle”: “4098571”, “idArticlesList”: “4098571”, “idDepartement”: “282”, “idZone”: “30603”, “motsCles”: “1 | 10 | 11 | 22 | 6973 | 17123”, “Premium”: “true”, “pubs”: “banniere_haute | article”, “site”: “MT”, “sousDomain”: “www”, “tagsArticle”: “#remicavagna2022”, “urlTitle”: “remi-cavagna-avant-son-retour-a-la- ” La gara di Milano Torino ridona la gioia della fiducia”}

Questo mercoledì, a Milano e Torino, Remy Cavagna riscoprirà il gusto della competizione, un ritorno che attendeva con ansia.

Remy Kavagna si è allenato molto come home trainer dopo l’operazione lombare. © Wout Beel / Team Quick-Step Alpha Vinyl

Con quali obiettivi ti allinei in questa gara?

“Dal punto di vista personale non ho molti obiettivi, sarebbe soprattutto riprendere la gara, ritrovare il ritmo. Dopodiché di solito è previsto uno sprint, abbiamo Mark Cavendish che corre con noi, e lui sarà il capitano.

L’obiettivo sarà raggiungere il massimo. Siamo una squadra senza treno, senza pilota, senza più corridori che non erano lì per uno sprint, quindi è speciale. Le difficoltà esistono non lontano dalla fine, potrebbe essere possibile lanciare attacchi in quel momento. Ma non credo che saremo i primi a iniziare le ostilità. »

Com’è stato il tuo periodo di formazione alle Isole Canarie (Tenerife), soprattutto in termini di sensazioni?

“Il percorso è andato bene, abbiamo pedalato molto con molte escursioni, è davvero dura lì. Era necessario fare un periodo di allenamento, inoltre abbiamo avuto bel tempo, quindi è stato bello”.

eccellente Remy Cavagna, dopo essere caduto pesantemente durante le prove: ‘Non potrei mai più camminare’

Niente più dolore, seguito? Pronti per riprendere la stagione?

“Sì, non c’è più dolore. Lavoro molto sulla schiena, con molto stretching per mantenere la flessibilità, perché mi tira ancora un po’. Ma va tutto bene, anche in bici senza dolore, ora abbiamo per tornare al ritmo delle corse”.

Prima cronometro in un mese

Per poter continuare anche tu, hai in programma diverse gare in Italia?

“Sì, farò Milano e Torino e poi starò con Kobe e Bartali, dal 22 al 26 marzo, in cinque tappe, molto dure, ma per me queste sono gare grandiose. Non tutto sarà piatto, sarebbe’ Non è una brutta cosa tornare in strada. Ci saranno le montagne. È per i pugili”.

La prossima volta che è stata fissata la data di prova?

“Ci vorrà poco. Parteciperò al Tour de Romandie (26 aprile – 1 maggio), quindi penso che lo sarà. Ci sarà anche un Critérium du Dauphiné (5-12 giugno) con cronometro”.

Non vedi l’ora di tornare in gara?

“Sì, è un po’ che va avanti. Mi piace allenarmi ma non c’è alternativa alle corse. Avevo terminato la mia stagione prematuramente perché ero stanco (26 settembre, ai Mondiali in Belgio). Lì ho ho recuperato bene, quindi sono pronto per tornare a The Road”.

Remy Cavagna (Rider in vinile Alpha Quick-Step)

Sarà anche benefico per il morale.

“Sì, dopo spero che non ci siano più cadute. Ho recuperato bene e ho lavorato e ora sento che tornerò a correre e in ottima forma. La gara richiederà diversi giorni per arrivare al 100% , correndo tra Milano e Torino. Per ritrovare il divertimento e la fiducia non vedo l’ora. »

eccellente Remy Cavagna è vicino al rientro in gara: “Non soffro più di mal di schiena”

Qualche dubbio dopo questo autunno?

“No, non ho molte preoccupazioni. Dopo di che sono caduto, ho avuto una leggera caduta durante l’allenamento in Spagna, dopo aver recuperato almeno a gennaio, cosa che mi ha fatto stare male. Ora va bene, sono tornato, non c’è più alcun fattore limitante”.

Jason Cotard

Remy Cavagna prima del ritorno alle competizioni a Milano – Torino: “Recuperare il divertimento e la fiducia”

— Filed under: Mode & Fashion @ 12:23 am

Rémi Cavagna riprende le gare questo mercoledì, in Italia, nella classica Milano-Torino, la corsa ciclistica più antica del mondo (istituita nel 1876), che collegherà la Magenta Prevoli.

Per “TGV de Clermont”, l’inizio della stagione è stato stravolto da una caduta a dicembre, durante una sessione di allenamento in Spagna con il Team Quick-Step Alpha Vinyl. “Non potrei mai più camminare, quindi sto andando davvero bene, sono solo a pochi centimetri di distanza. Mi considero fortunato”, ha messo in prospettiva il corridore.

Sei mesi dopo l’ultima gara

In corsa per una frattura lombare, l’Auvergnat ha preparato una stagione diversa, ma sta mantenendo i suoi stessi obiettivi: le cronometro per i campionati di Francia, Europa e mondo, oltre al Tour de France.

Ricevi la nostra newsletter personalizzata Terre de Sports e-mail e trova notizie e risultati per i tuoi sport preferiti ogni lunedì.

NL {“path”: “mini-thematique-inscription”, “themeatique”: “MT_Sports_Multisports”, “accessCode”: “14098571”, “allowGCS”: “true”, “bodyClass”: “ripo_generic”, “ContextLevel”: “KEEP_ALL”, “filterMotsCles”: “1 | 10 | 11 | 22 | 6973 | 17123”, “gabarit”: “generic”, “hasEssentiel”: “true”, “idArticle”: “4098571”, “idArticlesList”: “4098571”, “idDepartement”: “282”, “idZone”: “30603”, “motsCles”: “1 | 10 | 11 | 22 | 6973 | 17123”, “Premium”: “true”, “pubs”: “banniere_haute | article”, “site”: “MT”, “sousDomain”: “www”, “tagsArticle”: “#remicavagna2022”, “urlTitle”: “remi-cavagna-avant-son-retour-a-la- ” La gara di Milano Torino ridona la gioia della fiducia”}

Questo mercoledì, a Milano e Torino, Remy Cavagna riscoprirà il gusto della competizione, un ritorno che attendeva con ansia.

Remy Kavagna si è allenato molto come home trainer dopo l’operazione lombare. © Wout Beel / Team Quick-Step Alpha Vinyl

Con quali obiettivi ti allinei in questa gara?

“Dal punto di vista personale non ho molti obiettivi, sarebbe soprattutto riprendere la gara, ritrovare il ritmo. Dopodiché di solito è previsto uno sprint, abbiamo Mark Cavendish che corre con noi, e lui sarà il capitano.

L’obiettivo sarà raggiungere il massimo. Siamo una squadra senza treno, senza pilota, senza più corridori che non erano lì per uno sprint, quindi è speciale. Le difficoltà esistono non lontano dalla fine, potrebbe essere possibile lanciare attacchi in quel momento. Ma non credo che saremo i primi a iniziare le ostilità. »

Com’è stato il tuo periodo di formazione alle Isole Canarie (Tenerife), soprattutto in termini di sensazioni?

“Il percorso è andato bene, abbiamo pedalato molto con molte escursioni, è davvero dura lì. Era necessario fare un periodo di allenamento, inoltre abbiamo avuto bel tempo, quindi è stato bello”.

eccellente Remy Cavagna, dopo essere caduto pesantemente durante le prove: ‘Non potrei mai più camminare’

Niente più dolore, seguito? Pronti per riprendere la stagione?

“Sì, non c’è più dolore. Lavoro molto sulla schiena, con molto stretching per mantenere la flessibilità, perché mi tira ancora un po’. Ma va tutto bene, anche in bici senza dolore, ora abbiamo per tornare al ritmo delle corse”.

Prima cronometro in un mese

Per poter continuare anche tu, hai in programma diverse gare in Italia?

“Sì, farò Milano e Torino e poi starò con Kobe e Bartali, dal 22 al 26 marzo, in cinque tappe, molto dure, ma per me queste sono gare grandiose. Non tutto sarà piatto, sarebbe’ Non è una brutta cosa tornare in strada. Ci saranno le montagne. È per i pugili”.

La prossima volta che è stata fissata la data di prova?

“Ci vorrà poco. Parteciperò al Tour de Romandie (26 aprile – 1 maggio), quindi penso che lo sarà. Ci sarà anche un Critérium du Dauphiné (5-12 giugno) con cronometro”.

Non vedi l’ora di tornare in gara?

“Sì, è un po’ che va avanti. Mi piace allenarmi ma non c’è alternativa alle corse. Avevo terminato la mia stagione prematuramente perché ero stanco (26 settembre, ai Mondiali in Belgio). Lì ho ho recuperato bene, quindi sono pronto per tornare a The Road”.

Remy Cavagna (Rider in vinile Alpha Quick-Step)

Sarà anche benefico per il morale.

“Sì, dopo spero che non ci siano più cadute. Ho recuperato bene e ho lavorato e ora sento che tornerò a correre e in ottima forma. La gara richiederà diversi giorni per arrivare al 100% , correndo tra Milano e Torino. Per ritrovare il divertimento e la fiducia non vedo l’ora. »

eccellente Remy Cavagna è vicino al rientro in gara: “Non soffro più di mal di schiena”

Qualche dubbio dopo questo autunno?

“No, non ho molte preoccupazioni. Dopo di che sono caduto, ho avuto una leggera caduta durante l’allenamento in Spagna, dopo aver recuperato almeno a gennaio, cosa che mi ha fatto stare male. Ora va bene, sono tornato, non c’è più alcun fattore limitante”.

Jason Cotard

Irvin Ngabeth, la star torna in terra di Torino

gennaio 24, 2022 — Filed under: Teather & Musical @ 12:24 am

Mercoledì 12 gennaio, la squadra di pallavolo di Tours affronterà alle 20 l’italiana modenese, nell’andata degli ottavi di finale del Campionato Europeo di Calcio (Coppa dei Campioni Minori). Grenon sarà pieno, almeno all’interno Capacità di carico massima, ovvero 2000 persone. Partita di alto livello da allora Modena è una delle più grandi conquiste della pallavolo Il mondo, e nei suoi ranghi una squadra di giocatori galattici, tra cui Medaglia d’oro olimpica francese Irvine Ngabeth. Giocatore tutt’altro che dispari nei turni, è salito al piano di TVB tra il 2008 e il 2011. Quindi questa partita ha un sapore molto speciale per il nazionale francese.

Quando hai saputo che avresti giocato al Tour negli ottavi di finale di Coppa dei Campioni, qual è stata la tua reazione?

Ero così felice! È stato il mio primo club professionistico, è il club in cui ho avuto i primi sentimenti ai massimi livelli, quindi è davvero bello essere lì e in più sono del Poitou, quindi è un vero ritorno a casa. Ci sono amici che parteciperanno alla partita e anche la famiglia, quindi è doppiamente felice.

Ervin Njabth con i colori del club italiano Modena. © Maxppp
Pierre Tissot

Questa partita contro TVB, come la vedi?

Sarà un’emozione molto speciale. Inoltre, questa è la prima volta che gioco una partita ufficiale in Francia dopo le Olimpiadi. Il Tours Volley Ball ha molto a che fare con questo se oggi faccio quel rally e sarò grato al club per il resto della mia vita, quindi sarà un grande momento. Sono così emozionato.

Irvin Ngabeth si sta allenando con il suo club italiano, il Modena.
Irvin Ngabeth si sta allenando con il suo club italiano, il Modena. © Radio Francia
Jean Reno

Nessun regalo per i tuoi ex compagni di squadra di Tours?

Con Modena siamo qui per vincere. Inoltre domenica abbiamo i quarti di finale di Coppa Italia, quindi sarà importante fare una grande partita per arrivare con fiducia. Quindi non sono previsti regali gratuiti.

Earvin Ngapeth, vincitore della Coupe de France con i Tours nel 2011.
Earvin Ngapeth, vincitore della Coupe de France con i Tours nel 2011. © Maxppp
Filippo Lecor

La pallavolo di Tours ha molto a che fare con questo se ho intenzione di fare quel rally oggi e sarò grato al club per il resto della mia vita.

Da quando hai vinto le Olimpiadi di quest’estate, la tua situazione è cambiata?

Sì, in termini di pallavolo, hai superato un traguardo e ci siamo sentiti come se fosse successo qualcosa. Lo vediamo tutti i giorni, c’è molto entusiasmo. Ricevo messaggi molto toccanti dai genitori sui social network che dicono che dalle Olimpiadi i loro figli hanno fatto pallavolo e lo adorano. Sinceramente, questi sono i messaggi più belli che riceviamo. Oggi, la cosa più importante è continuare a guadagnare tempo se vogliamo fare un nuovo passo.

Il nazionale francese afferma di aver cambiato statura da quando ha vinto la medaglia d'oro alle Olimpiadi del 2022.
Il nazionale francese afferma di aver cambiato statura da quando ha vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi del 2022. © Maxppp
Lionel Vadam

Con la scala imposta a 2.000 spettatori indoor, la mancanza di pubblico può essere vincolante quando sei un giocatore di alto livello?

È fastidioso per tutti. Pallavolo senza folla e sale piene, non la stessa gioia, con la stessa velocità di gioco, l’invidia e l’entusiasmo necessariamente diminuiscono quando sei un giocatore di alto rango, perché quando c’è il pubblico c’è una parte della scena . In Italia le stanze sono piene per il 35% e l’atmosfera è completamente diversa. Ma lo stesso vale per tutti, devi accettarlo e continuare a dare il più possibile con o senza pubblico.

TVB – Modena, mercoledì 12 gennaio alle 20, in Sala Grenon.

Irvin Ngabeth, la star torna in terra di Torino

— Filed under: Spot & Shorts @ 12:23 am

Mercoledì 12 gennaio, la squadra di pallavolo di Tours affronterà alle 20 l’italiana modenese, nell’andata degli ottavi di finale del Campionato Europeo di Calcio (Coppa dei Campioni Minori). Grenon sarà pieno, almeno all’interno Capacità di carico massima, ovvero 2000 persone. Partita di alto livello da allora Modena è una delle più grandi conquiste della pallavolo Il mondo, e nei suoi ranghi una squadra di giocatori galattici, tra cui Medaglia d’oro olimpica francese Irvine Ngabeth. Giocatore tutt’altro che dispari nei turni, è salito al piano di TVB tra il 2008 e il 2011. Quindi questa partita ha un sapore molto speciale per il nazionale francese.

Quando hai saputo che avresti giocato al Tour negli ottavi di finale di Coppa dei Campioni, qual è stata la tua reazione?

Ero così felice! È stato il mio primo club professionistico, è il club in cui ho avuto i primi sentimenti ai massimi livelli, quindi è davvero bello essere lì e in più sono del Poitou, quindi è un vero ritorno a casa. Ci sono amici che parteciperanno alla partita e anche la famiglia, quindi è doppiamente felice.

Ervin Njabth con i colori del club italiano Modena. © Maxppp
Pierre Tissot

Questa partita contro TVB, come la vedi?

Sarà un’emozione molto speciale. Inoltre, questa è la prima volta che gioco una partita ufficiale in Francia dopo le Olimpiadi. Il Tours Volley Ball ha molto a che fare con questo se oggi faccio quel rally e sarò grato al club per il resto della mia vita, quindi sarà un grande momento. Sono così emozionato.

Irvin Ngabeth si sta allenando con il suo club italiano, il Modena.
Irvin Ngabeth si sta allenando con il suo club italiano, il Modena. © Radio Francia
Jean Reno

Nessun regalo per i tuoi ex compagni di squadra di Tours?

Con Modena siamo qui per vincere. Inoltre domenica abbiamo i quarti di finale di Coppa Italia, quindi sarà importante fare una grande partita per arrivare con fiducia. Quindi non sono previsti regali gratuiti.

Earvin Ngapeth, vincitore della Coupe de France con i Tours nel 2011.
Earvin Ngapeth, vincitore della Coupe de France con i Tours nel 2011. © Maxppp
Filippo Lecor

La pallavolo di Tours ha molto a che fare con questo se ho intenzione di fare quel rally oggi e sarò grato al club per il resto della mia vita.

Da quando hai vinto le Olimpiadi di quest’estate, la tua situazione è cambiata?

Sì, in termini di pallavolo, hai superato un traguardo e ci siamo sentiti come se fosse successo qualcosa. Lo vediamo tutti i giorni, c’è molto entusiasmo. Ricevo messaggi molto toccanti dai genitori sui social network che dicono che dalle Olimpiadi i loro figli hanno fatto pallavolo e lo adorano. Sinceramente, questi sono i messaggi più belli che riceviamo. Oggi, la cosa più importante è continuare a guadagnare tempo se vogliamo fare un nuovo passo.

Il nazionale francese afferma di aver cambiato statura da quando ha vinto la medaglia d'oro alle Olimpiadi del 2022.
Il nazionale francese afferma di aver cambiato statura da quando ha vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi del 2022. © Maxppp
Lionel Vadam

Con la scala imposta a 2.000 spettatori indoor, la mancanza di pubblico può essere vincolante quando sei un giocatore di alto livello?

È fastidioso per tutti. Pallavolo senza folla e sale piene, non la stessa gioia, con la stessa velocità di gioco, l’invidia e l’entusiasmo necessariamente diminuiscono quando sei un giocatore di alto rango, perché quando c’è il pubblico c’è una parte della scena . In Italia le stanze sono piene per il 35% e l’atmosfera è completamente diversa. Ma lo stesso vale per tutti, devi accettarlo e continuare a dare il più possibile con o senza pubblico.

TVB – Modena, mercoledì 12 gennaio alle 20, in Sala Grenon.

23 queries. 0,412 seconds. | Powered by MoonCasting

Switch to our mobile site